Saltar al contenido

Quanti soldi ci vogliono per aprire un etichetta discografica?

abril 10, 2022
Quanti soldi ci vogliono per aprire un etichetta discografica?

Etichette discografiche indipendenti

Ci sono artisti che decidono di auto-pubblicarsi perché non hanno altra scelta (non trovando un supporto sufficiente/accettabile); altri lo fanno per convinzione o vocazione, essendo l’autogestione parte della loro etica artistica; in molti casi, la ragione sarà la cattiva esperienza con etichette e compagnie musicali, che finisce per portare alla sfiducia verso il controllo esercitato da altri.

In questo contesto, sempre più artisti, autori, manager e produttori decidono di creare una propria compagnia musicale per pubblicare dischi, gestire i diritti d’autore e promuovere concerti, pur rimanendo indipendenti (in misura maggiore o minore) dagli agenti tradizionali del settore.

In molti casi, gli artisti o i loro manager stanno già svolgendo i compiti di autogestione, anche se non ne sono consapevoli. Questo è quello che succede con alcune cattive pratiche nel settore, in cui certe compagnie non adempiono la loro parte del contratto ed è l’artista che paga le registrazioni, si occupa della promozione, si occupa della stampa, ecc. Sono etichette che in realtà forniscono solo un servizio amministrativo con le procedure di pubblicazione, ma mantengono i diritti e una distribuzione di percentuali proprie che esercitano realmente le funzioni naturali di una casa discografica.

Come creare la propria etichetta discografica

L’enfasi è stata posta sullo sviluppo del prodotto per assicurarne il successo il più rapidamente possibile, con il risultato che ora c’è un numero considerevole di artisti che riescono a posizionarsi in poco tempo, ma una volta che le loro vendite non sono redditizie per l’etichetta, vengono scartati e non se ne sente più parlare, o come li chiamo io “artisti-prodotti usa e getta”.

Ogni dipartimento di un’etichetta discografica gioca un ruolo essenziale nel successo o nel fallimento dell’azienda. Sono i membri del team, lavorando insieme, che fanno sì che gli obiettivi siano raggiunti e che si raggiungano gli obiettivi fissati per il successo commerciale di un disco.

Le grandi etichette indipendenti sono organizzate in dipartimenti molto simili a quelli delle grandi etichette o delle multinazionali descritte sopra. Più soldi ha un’etichetta, più persone possono assumere per gestire le diverse responsabilità.

Come creare un’etichetta discografica indipendente in Argentina

Creare un’etichetta discografica è un affare complicato dal punto di vista legale ed economico, specialmente contro il mercato degli squali delle grandi e potenti case discografiche come Sony Music, Atlantic Records, Phonogram Records, ECM, ecc.

Quindi, questo modello di business richiede alcuni mezzi finanziari, così come una vasta rete di relazioni nel campo artistico e commerciale. Quindi, se pensate di essere in grado di realizzare un progetto come questo, che è di larga scala, vedete di seguito alcuni consigli di base per non fallire nel tentativo.

Per fare questo, un business plan può aiutarti a chiarire cosa vuoi ottenere con la tua etichetta discografica.  Dovrete anche spiegare come intendete raggiungere questo pubblico e rendere redditizia la vostra attività. Il piano sarà uno strumento importante per raccogliere capitali di investimento o per ottenere l’approvazione di un prestito.

Come registrare un’etichetta discografica

Questo dovrebbe essere nella vostra mente durante la lettura di questa monografia – il successo complessivo di un’etichetta discografica è buono solo quanto la qualità del materiale degli artisti che produce. Più, naturalmente, gli ingredienti di ogni business.

Tutto questo va bene, ma potresti essere in una fase più incipiente del tuo progetto. In questo caso, avete a vostra disposizione tutti gli strumenti del lavoro collaborativo per iniziare a mettere la vostra idea al lavoro. (Ciao startup!)

Prendi un commercialista. Idealmente uno specialista dell’industria musicale. Non accontentatevi del primo che incontrate, è essenziale che vi sentiate a vostro agio con il vostro consulente professionale e che sentiate di poter comunicare con lui.

Può certamente sembrare fantascienza parlare di azionisti per l’etichetta discografica che avete in mente. Anche se è il tuo collega che ti aiuta, metti tutto per iscritto. Diritti e obblighi. Per il bene dell’etichetta stessa e per il bene della vostra amicizia.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad