Saltar al contenido

Qual è il primo film della storia?

abril 10, 2022
Qual è il primo film della storia?

Storia del cinema

Il 14 ottobre 1888, il francese Louis Le Prince filma una sequenza nel giardino della casa dei suoi suoceri a Leeds, in Inghilterra. Mostra quattro persone che camminano: Adolphe Le Prince (suo figlio), Sarah Whitley (sua suocera), Joseph Whitley (suo suocero) e Harriet Hartley (un’amica di famiglia).

La scena fu catturata con una macchina fotografica a lente singola, che fu poi brevettata il 16 novembre 1888 nel Regno Unito, e registrò le immagini su un foglio di carta a 12 fotogrammi al secondo.

L’arroseur arrosé

La storia della settima arte, come la storia di qualsiasi forma d’arte, è piena di curiosità degne di essere raccontate. Come i dettagli della prima scena d’inversione, le più grandi meraviglie in bianco e nero, la regista pioniera dei lungometraggi, la propaganda cinematografica nazista, l’epoca in cui un cane fu nominato per un Oscar, gli sceneggiatori inesistenti con una nomination o quelli che non sono stati accreditati per i loro contributi. Questi sono buoni esempi di particolarità del cinema; e anche, quello che è considerato il primo film della storia, ed è quello che tratteremo nelle righe seguenti.

La sortita dell’impianto di illuminazione a

Come suggerisce il nome, la storia del cinema è un ricordo delle invenzioni, degli inventori e degli eventi che hanno dato vita alla cinematografia. Si estende dai suoi inizi silenziosi in bianco e nero ai suoi aspetti contemporanei digitali e computerizzati ricchi di effetti speciali.

Questa tecnica è stata perfezionata ai nostri giorni con l’incorporazione della tecnologia digitale e la professionalizzazione della professione cinematografica. Si è raggiunto un linguaggio artistico proprio che è ormai riconosciuto come la “nona arte” e che, come industria dello spettacolo, mobilita grandi somme di denaro in tutto il mondo.

L’origine formale del cinema risale al XIX secolo, con l’invenzione della fotografia. Con esso, si fecero i primi passi verso la generazione dell’impressione di movimento, grazie alla persistenza retinica (la persistenza minima delle immagini viste sulla retina umana quando vengono proiettate ad alta velocità) e al principio della camera oscura.

La fée aux choux

L’idea di catturare, creare e riprodurre il movimento con mezzi meccanici è molto antica, e ci sono stati precedenti come la camera oscura, il taumatropio, la lanterna magica e il fucile fotografico. La tecnica di catturare la realtà con mezzi luminosi era già stata sviluppata dagli inventori del dagherrotipo e della fotografia a metà del XIX secolo.

Thomas Alva Edison, inventore della lampada a incandescenza e del fonografo, arrivò anche molto vicino a inventare il cinema, quando brevettò il Kinetoscopio creato nel suo laboratorio da William Dickson, che permetteva solo funzioni molto limitate.

Questa prima proiezione fu un successo e segnò la nascita ufficiale del cinema come è conosciuto oggi. Quella sera, per un solo franco, chiunque fosse interessato poteva assistere alla prima proiezione cinematografica della storia.

Negli Stati Uniti, il cinema ebbe un successo travolgente, a causa di una circostanza sociale particolare: essendo un paese di immigrati, molti dei quali non parlavano inglese, il teatro, la stampa o i libri erano loro proibiti a causa della barriera linguistica, e così il cinema muto divenne per loro una fonte di intrattenimento molto importante.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad