Saltar al contenido

Cosa si sente quando si è in coma?

febrero 12, 2022

Come sapere se sono in coma

Affinché la comunità scientifica possa capire cosa prova una persona mentre è in coma, vengono presi in considerazione alcuni parametri essenziali. Per esempio, è possibile quantificare le loro risposte cerebrali con tecniche sofisticate.

Un articolo scientifico pubblicato nel 2005 ha trovato una differenza significativa nella reazione cerebrale tra l’enunciazione da parte del paziente in coma di parole sconosciute e familiari, il che potrebbe suggerire che lui o lei ha conservato qualche intuizione semantica.

La salute del cervello va di pari passo con il fatto che uno sia in coma o meno. Pertanto, ogni volta che è possibile, dovremmo agire per mantenere il nostro benessere cerebrale al fine di ridurre al minimo la probabilità di cadere in coma.

È possibile svegliarsi dal coma

I pazienti e le loro famiglie spesso vogliono sapere quanto tempo vivrà una persona con il cancro. È normale volersi preparare per il futuro. Ma, prevedere quanto tempo una persona ha da vivere è una domanda difficile a cui rispondere. Fattori come il tipo di cancro, la sua localizzazione e la presenza di altre malattie possono influenzare la prognosi.

Anche se i medici possono essere in grado di stimare quanto tempo una persona vivrà in base a ciò che sanno su di lei, non vogliono saltare la corda. Possono avere paura di sottovalutare o sopravvalutare il tempo che resta da vivere alla persona. Inoltre, possono temere di dare false speranze o di distruggere la volontà di vivere della persona.

Ci possono essere casi in cui il caregiver ha bisogno dell’aiuto del team sanitario del paziente. Il caregiver può contattare il medico o l’infermiere del paziente in una delle seguenti situazioni:

Ricordate che il medico del paziente può contattare esperti di cure palliative in qualsiasi momento della malattia della persona per aiutarla in queste situazioni. Sono disponibili non solo negli ospedali ma anche nelle strutture ambulatoriali.

Una persona in coma può muoversi

Una persona in coma è ancora viva, ma non è in grado di muoversi, rispondere o interagire con il suo ambiente. Il coma può essere secondario a una complicazione di qualche patologia sottostante o essere il risultato di una lesione al sistema nervoso centrale, come un trauma cranico.

Se il coma è prolungato, le funzioni cerebrali superiori diminuiscono mentre le funzioni vitali come il controllo della respirazione e della circolazione rimangono in gran parte intatte. L’evoluzione e la risoluzione del coma persistente dipendono in gran parte dalla causa del coma, dalla gravità della lesione e dall’area del cervello colpita.

La possibilità dell’evoluzione del paziente e le possibili sequele che possono rimanere dopo un coma prolungato devono sempre essere valutate con gli specialisti. Inoltre, la reale rilevanza di prolungare il paziente in questo stato, con le ripercussioni fisiche e psicologiche sia per il paziente che per i suoi parenti.

Una persona in coma può piangere

Se possibile, è importante avere un piano su cosa fare appena il paziente muore, in modo che il caregiver e le altre persone con il paziente sappiano come procedere durante questo momento emotivo. Se il paziente è in assistenza hospice, l’infermiera e l’assistente sociale dell’hospice lo aiuteranno. Se il paziente non è in hospice, parla con il medico in modo che sappia esattamente cosa fare al momento della morte.

Così come non si può prevedere il momento della morte, è difficile prevedere esattamente cosa succederà alla fine della vita e soprattutto quando si sta per morire.    I seguenti sintomi sono esempi di ciò che può accadere in alcune persone con il cancro che stanno morendo. Anche se non si possono avere tutti i sintomi, può essere utile conoscerli.

Dopo la morte, è accettabile se si desidera sedersi con la persona che è morta per un momento. Non c’è fretta di fare le cose immediatamente. Molti membri della famiglia trovano che questo sia un momento importante per pregare o parlare tra di loro, e per riaffermare il loro amore reciproco e quello per la persona che è morta.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad