Saltar al contenido

Come si riconosce una persona aggressiva?

abril 1, 2022

Profilo psicologico di una persona violenta

Se vi relazionate con una persona aggressiva, essere in grado di identificare questa aggressività, rendersi conto che la sta esercitando su di voi ed essere in grado di proteggervi da essa è vitale per mantenere la vostra stabilità emotiva e il vostro benessere personale.

Questa sarebbe un’aggressione reattiva. In un momento di grande stress in cui sentiamo di non poter sostenere le difficoltà della nostra vita reagiamo in modo aggressivo e questo genera ansia. O al contrario, la nostra stessa ansia ci fa agire impulsivamente e ci fa saltare al minimo momento con durezza.

Le persone che hanno difficoltà ad accettare ciò che sentono, a sostenere le difficoltà e le frustrazioni della vita possono tendere ad essere aggressive. Per esempio: una persona è arrabbiata con se stessa perché sente di aver deluso il suo partner, anche se ha deluso se stessa.

Questa rabbia con se stessi è così difficile da accettare per questa persona che la proietta sul suo partner, cioè finisce per arrabbiarsi con lui. La rabbia che inizialmente era diretta verso se stessi ora è diretta verso il proprio partner.

Quali sono le caratteristiche di una persona violenta?

Persona violenta: comportamento appreso, cosciente e deliberato volto a danneggiare un’altra persona o anche un gruppo. È il risultato della socializzazione e della cultura, non si verifica tra gli animali.

Cosa si nasconde dietro una persona aggressiva?

La manifestazione dell’aggressività in una persona è la conseguenza della sua frustrazione o dell’interpretazione di ciò che è successo come qualcosa di negativo. L’intensità di questa emozione può variare dalla sensazione di fastidio alla rabbia, seguita dall’aggressività, che culmina in un’emozione più intensa come la rabbia o l’ira.

Cosa succede nel cervello di una persona aggressiva?

Le persone molto impulsive e aggressive tendono ad avere meno serotonina nel loro cervello rispetto a quelle che sono tranquille e normali. Il comportamento violento può essere ridotto somministrando farmaci come il Prozac, che migliorano il funzionamento della serotonina del cervello.

Q

Purtroppo non possiamo evitare queste persone. Quindi dobbiamo trovare un solido equilibrio tra assertività ed empatia per trattare con loro. Applica questi 5 consigli per padroneggiare l’arte di trattare l’aggressività.

Mantieni la calmaCombattere il fuoco con il fuoco peggiorerà solo le cose e incoraggerà l’aggressività dell’altra persona. Ecco alcuni consigli per mantenere la calma se ti senti scuotere dalla rabbia:

Se lo fai in tempo, questo ti aiuterà a rendere il tuo interlocutore aggressivo più consapevole di quello che sta facendo. Di conseguenza, può aiutare la persona ad ascoltare più attentamente quello che stai dicendo.EmpatizzareMettiti nei suoi panni e cerca di capire perché si sta comportando in modo così aggressivo. L’aggressività è una reazione naturale per proteggere o acclamare qualcosa. Cercate di considerare questi fattori:

Sii assertivoPuò sembrare contraddittorio che tu debba essere sia empatico che assertivo, ma uno non esclude l’altro. Comprendere la posizione dell’altra persona non significa che dovete permetterle di essere aggressiva nei vostri confronti.

Quali emozioni ha una persona aggressiva?

L’aggressività è uno stato emotivo che consiste in sentimenti di odio e desiderio di danneggiare un’altra persona, un animale o un oggetto, per intendere di ferire fisicamente e/o psicologicamente qualcuno.

Come porre dei limiti a una persona aggressiva?

Non è facile, ma per proteggersi da una persona aggressiva, bisogna essere in grado di porre dei limiti chiari, sottolineando le cose che non gli permetterete di farvi. A volte, il limite necessario è quello di porre fine alla relazione o di iniziare una psicoterapia che ci aiuti a fissare questi limiti.

Quale parte del cervello controlla l’aggressività?

Il sistema limbico come regolatore della risposta aggressiva

In questo senso, alcune strutture limbiche come le aree ventromediali dell’ipotalamo, la corteccia orbitofrontale e i lobi frontali e temporali sono considerati regolatori del comportamento aggressivo.

1

Se questo fallisce o la persona non ha imparato questi meccanismi, la terapia cognitivo-comportamentale dovrebbe essere utilizzata per acquisire queste abilità con tecniche psicologiche, ad esempio la motivazione al cambiamento, la gestione della rabbia identificando i fattori esterni e interni (fisiologici, cognitivi) per prevenire gli scoppi violenti, la ristrutturazione delle credenze disadattive, le abilità di risoluzione dei conflitti, la comunicazione assertiva, ecc.

Ci sono colloqui di valutazione in cui psicologi e psichiatri usano questionari efficaci per valutare l’aggressività, la personalità e l’umore. Questi fattori sono fondamentali per valutare l’aggressività. Anche la famiglia o il partner dovrebbero essere intervistati e vedere in quali situazioni la persona ha un comportamento aggressivo.

Succede spesso che certe violenze avvengano solo in certe zone, ma non in tutte. È essenziale valutare questi aspetti per poter individuare meglio le cause e poter lavorare direttamente su di esse.

Il miglior lavoro per i problemi di aggressività è un trattamento integrale e sistemico, lavorando con la persona affinché abbia le risorse per fermare questi comportamenti dannosi, ma anche con la famiglia o il partner.

Quali sono le conseguenze di essere una persona aggressiva?

L’aggressività può essere devastante contro chi ci circonda o contro noi stessi. Quando non riusciamo a risolvere un problema, diventiamo disperati e, per uscire dalla disperazione, generiamo una rabbia terribile che, se non incanalata, può essere distruttiva.

Cosa significa essere una persona violenta?

Il comportamento violento è qualsiasi comportamento da parte di un individuo che minaccia o effettivamente danneggia o ferisce l’individuo o altri, o distrugge oggetti. Il comportamento violento di solito inizia con minacce verbali, ma col tempo si intensifica fino ad includere danni fisici.

Dove si genera l’aggressività?

Cause della rabbia

L’aggressività appare in situazioni in cui la persona si sente minacciata. Può essere un pericolo, una situazione pericolosa, riprovevole o ingiusta, o la mancanza di attenzione da parte di altre persone. Ma può anche essere innescato da condizioni ambientali.

È possibile essere violenti solo con alcune persone

Cliccando su Iscriviti sceglierai il contenuto che vuoi ricevere nella tua casella di posta e sarai iscritto alla nostra newsletter che potrai cancellare in qualsiasi momento; non dimenticare di controllare la cartella Spam.

Il concetto di impotenza appresa è relativamente nuovo in psicologia e si riferisce alla situazione vissuta da una persona che è dominata da un’altra persona e in cui la persona sottomessa non prova nemmeno a difendersi perché crede che non otterrà nulla. È molto triste vivere in una situazione del genere e l’ignoranza del fenomeno peggiora la situazione.

1. La persona sottomessa ha interiorizzato i desideri e i valori di coloro che la dominano, e considera persino necessario anticiparli. Questo significa vivere molto cosciente dell’umore dell’altra persona: non si arrabbierà se non gli do questo o faccio quello. Significa anche che considero che ciò che l’altra persona vuole è molto più importante di qualsiasi altra cosa, anche di ciò che voglio io.

2. La persona sottomessa ha imparato che difendersi non solo non risolve la situazione, ma addirittura la aggrava. In altre parole, i loro primi tentativi di difendersi o di opporsi alla volontà dell’altro non hanno funzionato e quindi non ci riprovano perché ritengono che non ci sia modo di riuscire.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad