Saltar al contenido

Come rifiutare un cliente?

abril 12, 2022
Come rifiutare un cliente?

Come rifiutare un prodotto educatamente

Quando si lavora nella gestione dei clienti, è spesso difficile dire “no” ai clienti. Vuoi fare tutto il possibile per migliorare la loro esperienza con la tua azienda. Ma a volte, i clienti si aspettano troppo dalla vostra azienda e chiedono qualcosa che semplicemente non potete dare loro.

In questi casi, come si fa a dire di no al cliente, senza mettere in pericolo la relazione commerciale che si ha con lui? A volte non c’è un modo facile per dirlo, ma si può attutire il colpo dando la propria risposta in modo costruttivo.

Molte aziende credono ancora che “il cliente ha sempre ragione”. Questo modo di pensare deriva dal fatto che la vostra azienda non sempre sa cosa vogliono veramente i clienti. Ecco perché i manager e i dirigenti usano questo motto per evitare di rifiutare le loro richieste.

Forse si tratta di un cliente con cui avete lavorato in passato o è un cliente regolare e fedele. Mentre questi sono generalmente i clienti a cui dovresti dare la priorità, potrebbero aspettarsi troppo dai tuoi prodotti o servizi. Questo può accadere se i vostri clienti dipendono fortemente dalla vostra azienda per il loro successo.

Modi per dire no a un cliente

Rifiutare offerte di lavoro è una parte importante della vita da freelance (quasi quanto trovare clienti). Il freelance è la libertà di scegliere cosa e con chi lavorare. Ecco perché a volte dovrai dire di no ai clienti e rifiutare offerte di lavoro. Scopri come farlo senza chiudere la porta a potenziali futuri clienti.

Questo è uno dei peggiori comportamenti che un cliente possa avere e, purtroppo, anche uno dei più frequenti. Negoziate in anticipo quante ore lavorerete per quel cliente e informateli in dettaglio su quanto costeranno le ore extra di lavoro.

Questo tipo di cliente non rispetterà il vostro lavoro o le vostre idee. In generale, vogliono solo qualcosa di economico e consegnato rapidamente. È probabile che con questi clienti non ti piacerà il lavoro e loro non apprezzeranno il risultato finale.

Anche se vi promettono che sarà un progetto a lungo termine, dovreste preoccuparvi. In primo luogo, perché il tuo business deve crescere e dover abbassare il tuo tasso di freelance e il tuo profitto non aiuta. In secondo luogo, le promesse di costruire una relazione duratura con un cliente facendo progetti a basso costo spesso non funzionano bene.

Esempi di come dire no positivamente a un cliente

Le PMI e i freelance hanno un problema di mentalità. Lottano mentalmente tra l’ambizione di ottenere il maggior numero possibile di clienti e la razionalizzazione di capire che non possono fare tutto, perché spesso questo accaparramento può essere negativo.

La discriminazione dei clienti deve far parte della strategia propria dell’azienda. Quando si esegue la segmentazione del mercato, stiamo già scartando coloro che non hanno come target l’azienda e questo deve essere fatto con criteri chiari fin dall’inizio, in modo che nessuno si senta maltrattato.

La cifra può essere esagerata, ma gli esperti concordano che i clienti molto soddisfatti comunicano la loro soddisfazione a tre o meno persone, mentre i clienti insoddisfatti comunicano la loro insoddisfazione a nove o più.

È quasi sempre preferibile rifiutare un cliente improduttivo o mal consigliato all’inizio piuttosto che doversi sbarazzare di lui dopo per evitare la situazione pericolosa, sgradevole e tesa che si crea sempre. Per questo è essenziale ottenere in anticipo quante più informazioni possibili dai clienti. Ora, con le nuove tecniche di CRM, è possibile conoscere e quantificare le caratteristiche dei clienti potenzialmente negativi, permettendo di applicare tattiche predittive.

Come dire a un cliente che non voglio lavorare con lui

Essere selettivi può avere serie conseguenze finanziarie che dovrebbero essere prese in considerazione. Ma è altrettanto importante essere consapevoli delle conseguenze di lavorare con un cliente o un progetto che non è nel migliore interesse della vostra attività freelance e del vostro team (se ne avete uno).

Come leader della tua squadra devi essere consapevole del carico di lavoro che comporta ogni progetto che prendi, in modo che non influenzi la qualità degli altri progetti in cui puoi essere coinvolto. Per semplificare questo processo, è possibile tracciare le ore di ogni progetto utilizzando un’applicazione di gestione del tempo. Dopo ogni progetto, analizzate il suo successo in base al tempo e al budget stimati. Una volta che si conosce la quantità di tempo necessaria per completare un dato progetto, si può valutare se si ha la capacità di impegnarsi con un nuovo cliente.

A questo punto, probabilmente vi renderete conto che è importante dire no ai progetti in modo ponderato ed equilibrato. Inoltre, quando si rifiuta un progetto si dovrebbe farlo con rispetto e in modo sottile.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad