Saltar al contenido

Come ricordare tutte le scadenze?

abril 12, 2022
Come ricordare tutte le scadenze?

Esempi di ripetizione spaziata

Siamo abituati a memorizzare per ripetizione. Ripetiamo più e più volte le informazioni che vogliamo ricordare e questa potrebbe non essere la migliore strategia per farlo. Uno studio del Baycrest Geriatric Care Centre ha scoperto che collegare le informazioni a un elemento rilevante può essere una strategia più efficace.

La ricerca è stata effettuata con 25 persone a cui è stato chiesto di ripetere frasi ed elenchi di parole che avevano sentito in precedenza. L’intero processo è stato monitorato con scansioni cerebrali per identificare l’attività legata alla memoria.

Studi precedenti avevano già trovato il potere della ripetizione per creare ricordi a breve termine e come dare un senso alle parole aiutava le persone a ricordare più a lungo. Il nuovo rapporto conferma queste teorie e come la creazione di storie significative aiuta a ricordare informazioni che inizialmente non sono collegate tra loro. È la conferma del trucco delle liste di parole che formano frasi, per esempio.

Come ricordare ciò che si è studiato per un esame

Per esempio, la suddetta lista della spesa. Provate a immaginare un luogo familiare, come la vostra cucina, e visualizzate tutti gli oggetti che dovete comprare lì in modo eccessivo o bizzarro: il latte che sgorga dal rubinetto e schizza sul pavimento, una ciotola di frutta esotica ed esuberante sul tavolo della colazione, un formaggio enorme che occupa tutto il frigorifero…

Questa tecnica funziona perché i luoghi e le immagini sono più facili da ricordare rispetto alle semplici parole, e perché dando a quelle immagini dettagli accattivanti, stiamo dando al nostro cervello più dettagli su cui soffermarsi. Puoi anche provare oggetti che vuoi mettere in valigia, capitali europee, nomi di scrittori o artisti di un’epoca…

Quel vicino di ascensore di cui ti sfugge il nome avrà sicuramente qualche caratteristica che ti ricorda qualcos’altro: sopracciglia folte, orecchie vistose, il colore dei suoi capelli, la sciarpa che indossa di solito? Associa il suo nome a un’altra parola simile (Antonio – gancio) e quella parola a un oggetto che te lo ricorda (gancio – gancio – naso adunco), e hai capito.

Come conservare le informazioni a lungo termine

La memoria fa parte delle funzioni del nostro cervello, essendo una delle più importanti, grazie alla sua funzione ci permette di ricordare coscientemente gli elementi del passato che condizionano il nostro comportamento e i nostri pensieri, in breve, il nostro modo di essere. Tutti i significati che attribuiamo a ciò che ci circonda si consolidano sulla base delle nostre esperienze precedenti, cioè grazie alla memoria; nello specifico, quegli elementi che sono stati appresi nel tempo e sono stati incisi o immagazzinati nella nostra memoria, svolgono la funzione di memoria a lungo termine. La memoria tende ad essere intesa come un insieme, ma all’interno di questo termine ci troviamo di fronte a diversi tipi di memoria. Per conoscere le funzioni di questo tipo di memoria, in questo articolo di Psicologia-Online spiegheremo la memoria a lungo termine: cos’è, i tipi e come migliorarla.

La memoria svolge diverse funzioni seguendo tre fasi specifiche: codifica, memorizzazione e recupero. Queste tre fasi permettono all’apprendimento di essere consolidato, di essere sostenuto nel tempo attraverso la memorizzazione e infine di essere recuperato se necessario. Le fasi di funzionamento della memoria a lungo termine sono le seguenti:

Ripetizione spaziata in inglese

Gli autori non lavorano per, consultano, possiedono azioni o ricevono finanziamenti da alcuna azienda o organizzazione che potrebbe beneficiare di questo articolo, e non hanno rivelato alcuna affiliazione rilevante oltre la loro nomina accademica.

A volte ricordiamo cose che non sapevamo nemmeno di aver memorizzato. O il contrario: vogliamo ricordare qualcosa, che siamo consapevoli di aver imparato, ma non siamo in grado di ricordarlo.

Per difendere questa affermazione categorica, dobbiamo capire in cosa consiste la memoria, i diversi tipi di memoria che abbiamo e conosciamo, e il loro coinvolgimento nei processi di apprendimento. Bisogna anche chiarire che il linguaggio spesso ci tradisce, e che “imparare le cose a memoria” (a volte, come chiariremo, necessario) non è lo stesso che coinvolgere la memoria per ottenere l’apprendimento.

La memoria sensoriale è inconscia, costituita da informazioni catturate dai sensi e inviate permanentemente al cervello. D’altra parte, quando dirigiamo la nostra attenzione su una parte dell’informazione, la memoria diventa cosciente: questa è la memoria a breve termine o memoria di lavoro.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad