Saltar al contenido

Come migliorare il SEO?

abril 10, 2022
Come migliorare il SEO?

Seo on-page

Una delle chiavi dell’inbound marketing sono le strategie di contenuto, poiché sono lo strumento fondamentale per attrarre visitatori di qualità al tuo sito web e ti aiuteranno ad avere più opportunità di generazione di lead.

Le tattiche di marketing creativo, come il blogging, aumenteranno la consapevolezza del marchio e mostreranno che hai esperienza in un settore, quindi non scrivere un post correttamente per il SEO potrebbe farti perdere molto traffico.

Una volta che hai stilato una lista di parole chiave mirate, è il momento di iniziare a scrivere post incentrati su di esse. Puoi fare un brainstorming di idee sugli argomenti del blog con il tuo team, o anche un sondaggio tra i clienti, per aiutarti a decidere quali argomenti saranno più interessanti per il tuo pubblico di riferimento. Devi considerare i tuoi acquirenti, le loro motivazioni, le sfide, gli interessi, i problemi, ecc.

Tuttavia, lo svantaggio dei blog con contenuti più lunghi è che possono spaventare i lettori, quindi non esagerare e inserire informazioni che non sono necessarie. Per attirare i lettori verso i post lunghi, questi devono essere leggibili e attraenti in modo da agganciare gli utenti a leggerli per intero.

Se volete migliorare il seo del vostro sito, non è raccomandato:

Come strategia per attrarre potenziali clienti, uno dei compiti obbligatori per tutte le aziende (sia ecommerce che non) è quello di lavorare sul SEO. Cioè, attrarre utenti qualificati attraverso il traffico organico. Per traffico organico si intende il traffico proveniente dai motori di ricerca.

Questo requisito ha portato molte agenzie SEO ad accumulare quantità reali di entrate, ma non tutte le aziende hanno sempre accesso ai budget (a volte esorbitanti) che molte di queste agenzie presentano ai loro clienti.

Se avete letto qualcosa sul SEO, avrete visto più e più volte la teoria della “risposta dell’utente”, dove tutto ruota intorno al fatto di rendere il vostro contenuto al 100% rispondente al bisogno dell’utente di far classificare il vostro risultato.

Ci sono molti modi per ottimizzare il tuo sito web (incorporare immagini e video leggeri, evitare duplicati, introdurre il sitemap.xml e il file robots.txt, ecc.) Tanto che parlare di tutto quello che si può fare ci porterebbe a scrivere un altro post sull’ottimizzazione web per il SEO. La cosa principale è che tu sappia che ci sono alcuni strumenti che ti aiutano a farlo e ti dicono quali aspetti dovresti migliorare.

Come posizionarsi su Google

Il posizionamento naturale dipende in gran parte dall’impatto che hai sulle reti sociali, soprattutto perché ti permette di stabilire delle relazioni, è un fattore di posizionamento in sé, conferma il tuo profilo di link e ti dà visibilità e branding. Non otterrai link se nessuno sa di te e se il tuo contenuto non ha un marchio sicuro a cui collegarsi.

Se stai cercando blog e media a cui partecipare sporadicamente -guest blogging- cerca di assicurarti che abbiano una portata più ampia della tua piattaforma, o che raggiungano una nicchia che altrimenti non saresti in grado di raggiungere. Poi, riservate loro i contenuti migliori. Se puoi raggiungere 1.000 persone sul tuo blog e 10.000 persone su un altro blog, concentrati sul contenuto che ti darà più visibilità.

Il branding è fondamentale nel SEO. Se nessuno ti conosce, nessuno cercherà il tuo marchio, ricorda che il traffico SEO per i termini con il tuo marchio è anche un posizionamento naturale. Avere un marchio forte non solo farà sì che le persone ti cerchino di più, ma ti renderà anche una fonte fidata e aumenterà il tasso di click-through dei tuoi risultati e le possibilità che vengano condivisi e linkati, cioè SEO ovunque.

Seo di base

Se hai un business e hai fretta di apparire nel motore di ricerca, ti consiglio questo post dove spiego come ho impostato un sistema pubblicitario per un’azienda di ristrutturazione. Da lì puoi copiare le idee o almeno sapere cosa devi assumere.

Posizionare un sito web non è una questione di un secondo o riempire alcuni tag sul blog, ma porto diverse tecniche seo che ti fanno vedere come posizionare il tuo sito web e che questi effetti sono a volte quasi immediati…

La maggior parte dei professionisti, imprenditori o blogger (e mi includo), non lavoriamo il SEO come dovremmo o come sappiamo, e il nostro posizionamento sul web finisce per pagare. Quindi non c’è tempo da perdere…

Le seguenti tecniche possono essere implementate in più o meno 5 minuti, l’idea non è che si spende che il tempo e dimenticare, ma iniziare se si vede che è possibile posizionare un sito web in breve tempo, dà incoraggiamento a continuare, giusto?

Puoi controllare il tempo che impiega il tuo sito a caricarsi su http://tools.pingdom.com/fpt. Se impiega meno di 2 secondi sei a posto, tra 2 e 3,9 è brutto ma sopportabile. E se ci vogliono più di 4 secondi si dovrebbe fare un miglioramento. Di solito il problema principale è A/ l’hosting, B/ i plugin, C/ il tema.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad