Saltar al contenido

Come installare i plugin?

abril 19, 2022
Come installare i plugin?

Installare il plugin gratuito

L’accesso, la rettifica e la cancellazione dei dati, la portabilità dei dati, la limitazione o l’opposizione al loro trattamento, il diritto a non essere soggetti a decisioni automatizzate, nonché ad ottenere informazioni chiare e trasparenti sul trattamento dei suoi dati.

WordPress è migliorato molto e ha fatto molta strada da quando è stato lanciato nel 2003, ora WordPress è usato da più del 25% dei siti su Internet, e questa grande percentuale di utilizzo è ciò che ha reso WordPress un CMS con una grande comunità.

La comunità WordPress è forte e ci sono persone molto abili che sviluppano plugin e temi per WordPress, il che rende il catalogo di plugin e temi, sia premium che gratuiti che sono disponibili per WordPress è infinito.

Per utilizzare uno dei tre metodi qui descritti non abbiamo bisogno di nulla di speciale, infatti non vuole essere un articolo per utenti avanzati, ma per principianti che hanno appena installato WordPress sul loro server.

Il primo metodo di installazione dei plugin per WordPress che esisteva era quello di caricare la cartella dei plugin nella cartella plugins dentro WP-CONTENT, questo è il metodo rudimentale, ma è quello che funziona sempre quando ci sono problemi con gli altri metodi di installazione.

Installare manualmente il plugin di wordpress

I plugin sono uno strumento eccellente per produrre in qualsiasi studio domestico. Se stai cercando di installare un plugin e farlo funzionare in Ableton Live, dovresti leggere questo tutorial su come aggiungere plugin ad Ableton Live, sia su Windows che su macOS.

Nota: Su macOS, i plugin VST hanno estensione “vst”, i plugin VST3 sono “vst3”, e i plugin AU hanno “component”. Su Catalina e successivi, macOS di solito blocca i plugin quando li si installa manualmente. Osiris Guitar ha trovato una soluzione per questo, potete leggere il suo articolo.

Su Windows, qui dovresti impostare “Use VST2 Plug-In Custom Folder” su “On” e impostare la cartella C:/Program Files/Steinberg/VstPlugins. Per i plugin VST3, basta impostare l’opzione “Use VST3 Plug-In System Folders” su “On” e hai finito. Su Mac, devi attivare le opzioni “Use Audio Units”, “Use VST2 Plug-In System Folders” e “Use VST3 Plug-Ins System Folders”. Questo è tutto su macOS.

Una delle cose che vi starete chiedendo è, quale versione è migliore, VST o VST3, e la risposta vincente è VST3. VST3 è il successore di VST, e la cosa importante è che consuma meno CPU. Questo perché si attivano solo quando vengono utilizzati. Ma in definitiva, non usate i plugin VST (conosciuti anche come VST2), usate solo VST3 e dimenticate VST2. Se siete su macOS, potete considerare sia VST3 che AU. Il punto è che se dovete inviare il progetto a un amico che usa Windows, sarà più facile con VST3, perché entrambi i sistemi lo usano.

Come installare plugin gratuiti per wordpress

Se il plugin da installare è stato acquistato al di fuori di WordPress, abbiamo bisogno di averlo scaricato e compresso sul computer da cui stiamo per eseguire l’installazione. Se lo acquistiamo direttamente dalla sezione WordPress Plugins, questo passo non è necessario.

Possiamo anche attivarlo in un altro momento. Per fare questo dobbiamo trovare il plugin nella sezione Installed Plugins, selezionarlo e cliccare su Activate. A questo punto avremo le nuove funzionalità del plugin nella piattaforma di vendita.

Il plugin WooCommerce per la creazione e la gestione di e-commerce ha alcune funzionalità di base. Se vogliamo ottimizzare il funzionamento dell’e-commerce e massimizzare il tasso di conversione del negozio online, il plugin WooCommerce è la soluzione perfetta.

Se hai già WooCommerce installato e operativo. Potresti essere interessato al post in cui spieghiamo come caricare i prodotti su WooCommerce. Te ne parliamo in “Come importare ed esportare prodotti in WooCommerce”.

Non riesco a installare i plugin in wordpress

Conoscere a fondo la struttura dei file e delle cartelle di WordPress è necessario se si vuole gestire correttamente la sicurezza di un sito web WordPress, d’altra parte, conoscere a fondo come funziona WordPress e quali file e cartelle vengono utilizzati, vi aiuterà a rilevare e correggere i problemi nei siti WordPress.

Inoltre, l’installazione di WordPress ha alcuni file e cartelle in più che dobbiamo prendere in considerazione, anche se è lo stesso se salvarli o meno nei backup, poiché sono gli stessi per qualsiasi installazione di WordPress:

Oltre a questi, un’installazione di WordPress ha alcuni altri file, e anche se non richiedono l’intervento dell’utente, è consigliabile conoscerli per distinguere i file di WordPress da altri tipi di file che non vogliamo avere lì.

È anche importante evidenziare il file .htaccess nel caso di installazioni WordPress che girano su server web Apache (la stragrande maggioranza), il file .htaccess controlla alcune cose importanti, come i reindirizzamenti, gli URL amichevoli e permette il funzionamento di alcuni plugin (come i plugin di cache più efficienti).

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad