Saltar al contenido

Come giudicare il valore di una persona?

abril 11, 2022
Come giudicare il valore di una persona?

Come si chiama una persona che giudica gli altri?

“Vai prima allo specchio, prima di giudicare gli altri. Questa frase è stata ripetuta centinaia di volte, ma pochissime persone la interiorizzano veramente. Infatti, raramente, se non mai, ci fermiamo a valutare le nostre mancanze per cercare di migliorare certi atteggiamenti; invece, usiamo molte energie per criticare e vedere le mancanze di chi ci circonda. Pertanto, è bene che tu inizi un esercizio mentale molto semplice, in cui ti concentri sulle cose positive delle persone e non su ciò che i tuoi pregiudizi o le tue false aspettative ti lasciano vedere.

Come non giudicare le persone? Se c’è una cosa da capire, è che se c’è una cosa che caratterizza le persone, è che ognuno ha le proprie idee, credenze e pensieri, che derivano dall’insieme di valori che ha acquisito durante la sua vita. È importante rispettarlo! È importante smettere di vedere il mondo da una sola prospettiva. Ricorda che quello che gli altri fanno o dicono non ha niente a che vedere con te, ma con il loro modo di essere.

5

La self-leadership è la capacità di guidare noi stessi, cioè di assumerci la responsabilità delle nostre azioni e dei nostri risultati.  Perciò, come professionisti della risoluzione dei conflitti, team leader, people manager o esperti nella nostra area di lavoro e quelli di noi che hanno a che fare con le differenze e i conflitti quasi ogni giorno, dobbiamo essere auto-leader e non giudicare le persone e i loro conflitti al primo sguardo.

Dal mio punto di vista, è molto importante che, per quanto possibile, lavoriamo prima su noi stessi, per poter poi aiutare gli altri, perché a volte ci troviamo con profili pieni di pregiudizi che non facilitano la risoluzione dei conflitti, anzi, ostacolano la gestione delle differenze, perché si concentrano sul giudizio e non sull’analisi del problema in modo sistemico.

E cosa significa giudicare? Giudicare è emettere un giudizio o un’opinione su qualcosa o qualcuno senza avere elementi sufficienti per confermare la nostra tesi.  Spesso le persone ci giudicano e anche noi giudichiamo gli altri, a volte passiamo più tempo a giudicare gli altri che a riconoscere le nostre aree di miglioramento.

Giudicare senza conoscere la verità

Il giudizio di valore è un’analisi basata su un particolare insieme di credenze, modi di vivere o valori. Può anche essere definito come un sistema di valori specifico e con la sua conseguenza della situazione particolare.

Riguarda la giustezza o l’erroneità di qualcosa, o la sua utilità sulla base di un confronto o di un’altra questione relativa. Pertanto, non è valido per discutere questioni di esistenza o altre qualità del mondo fisico, ma per descrivere interessi e punti di vista strettamente personali. O per dare la propria opinione riguardo ai valori morali che sono i parametri.

Un giudizio di valore è anche inteso come una valutazione affrettata o una valutazione basata su informazioni limitate a disposizione. Questo senso si applica solo quando la situazione richiede l’uso di gusti o giudizi personali piuttosto che l’informazione più o meglio disponibile.

Perché la gente giudica senza sapere

In questi casi, molte persone e i media danno le loro opinioni o commentano i procedimenti giudiziari e le sentenze. A volte, esprimono le loro opinioni senza conoscere tutti i fatti accaduti, le prove utilizzate sui fatti presunti o le norme giuridiche applicabili, senza leggere la motivazione della rispettiva decisione giudiziaria. E a volte anche sulla base di informazioni fornite che non sono del tutto veritiere, accurate o complete o sono un’opinione parziale o di interesse personale.

A volte, i procedimenti giudiziari sono anche usati come arma o strumento politico contro un rivale o per proporre una riforma legislativa alla rinfusa. Altre volte, per mettere in dubbio l’imparzialità e l’indipendenza di un particolare giudice o procuratore, o la professionalità o la reputazione di un particolare avvocato. O per attaccare l’onore o violare la privacy delle possibili vittime e dei presunti criminali e delle loro famiglie e amici. Questo viene fatto ignorando il fatto che, come indica la stessa Costituzione all’articolo 20.4, questi diritti e libertà di espressione e informazione sono limitati dal rispetto dei diritti riconosciuti nel Titolo I della Costituzione (come la presunzione di innocenza prevista dall’articolo 24.2). E anche nei precetti delle leggi che la sviluppano e, specialmente, nel diritto all’onore, alla privacy, alla propria immagine e alla protezione della gioventù e dell’infanzia.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad