Saltar al contenido

Chi può fare il freelance?

abril 11, 2022
Chi può fare il freelance?

Vantaggi di essere un lavoratore autonomo

Tuttavia, il più delle volte, la figura del lavoratore autonomo può causare confusione. Per questo motivo, i casi più frequenti in cui un lavoratore può avere dei dubbi sono spiegati di seguito con diversi esempi pratici.

Si considera lavoratore autonomo chi svolge un’attività economica su base regolare, personale e diretta a scopo di lucro, senza essere soggetto a un contratto di lavoro e anche se utilizza i servizi pagati di altre persone per svolgere la sua attività.

Caso 2: Un lavoratore IT viene in azienda una volta alla settimana, come stabilisce lui, o a volte, se c’è un incidente, quando l’azienda glielo chiede. Ha un assistente e quando è malato o decide di prendere una vacanza, l’assistente lo sostituisce. Il lavoratore ha questo accordo con 10 aziende diverse. Ogni mese riceve 300 euro dalla società in questione.

Caso 3: Un lavoratore commerciale che vende i prodotti di un’azienda di macchine da cucire. L’orario non è stabile, perché il lavoratore deve partecipare a tutti gli appuntamenti che l’azienda gli organizza e l’orario di questi appuntamenti è molto vario. Riceve un importo fisso mensile e il 5% delle vendite nette. Ogni mese fa un rapporto per informare l’azienda dei risultati delle visite e viene in ufficio una volta alla settimana. Siete d’accordo con l’azienda sulle ferie annuali pagate.

5

Un lavoratore autonomo è qualsiasi persona che lavora in modo indipendente, compreso l’imprenditore individuale, che lavora senza un contratto di lavoro, anche se può ricevere una remunerazione da altre persone.

Entrambi i regimi sono per i lavoratori autonomi. La differenza principale sta nel massimale di reddito annuale del Regime Semplificato (Monotributo), che limita il reddito di tutti i contribuenti a questo regime. Ci sono anche limitazioni nel Regime Semplificato in termini di attività, per esempio, le attività di investimento finanziario NON possono essere incluse nel monotributo, dovendosi registrare nel Regime Generale.

Ci sono cinque categorie di lavoratori autonomi, a seconda dell’attività svolta e del reddito annuo lordo ottenuto. Il lavoratore autonomo deve essere classificato per rispettare l’obbligo di pagamento mensile. Con questo pagamento il lavoratore autonomo sta pagando la sua futura pensione.

Prima di tutto, è necessario verificare se il partner svolge compiti per la società. Se non è un socio dirigente, non importa se è imparentato fino al secondo grado di consanguineità e/o affinità con il resto dei membri dell’azienda, non è obbligato ad aderire al Regime Nazionale dei Lavoratori Autonomi. L’affiliazione volontaria è possibile.

Diventare lavoratore autonomo

Se sei un imprenditore e svolgi un’attività commerciale su base regolare, è necessario registrarsi come lavoratore autonomo presso la Sicurezza Sociale. Questo vi fornirà vari benefici che vi saranno utili in futuro e in caso di qualsiasi imprevisto.

Tutti coloro che hanno una professione e preferiscono lavorare per conto proprio possono diventare lavoratori autonomi. Per farlo, dovete essere maggiorenni con libera disponibilità di beni o essere un minore emancipato secondo le disposizioni dell’articolo 323 del Codice Civile.

Requisiti per essere un lavoratore autonomo in Spagna

È più chiaro quali profili devono essere inclusi nel RETA. Ci riferiamo ai professionisti che sono membri di un’associazione professionale, o agli scrittori, che sono obbligati per legge ad essere inclusi in questo regime per dichiarare il reddito che guadagnano. La società di gestione Sofico ha compilato nella sua “Guía del Emprendedor” (Guida dell’imprenditore) quali tipi di professionisti devono essere in questo Regime.

– Anche i professionisti che devono iscriversi a un’associazione professionale per svolgere un’attività devono farlo. Generalmente questi lavoratori sono avvocati, medici e ingegneri, tra gli altri.

– Nelle società a responsabilità limitata, l’amministratore o il direttore con una partecipazione del 25%, i soci, con una partecipazione del 33%, o i familiari fino al 2° grado con cui vivono che possiedono il 50% delle azioni, devono anche registrarsi come lavoratori autonomi e se sono membri di una cooperativa di lavoro associata, devono anche registrarsi come lavoratori autonomi.

In precedenza, i lavoratori autonomi potevano registrarsi presso il fisco e avevano 30 giorni per farlo presso la Sicurezza Sociale. Ora questo non è possibile, e ci si può esporre a multe se non ci si registra presso le autorità fiscali.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad