Saltar al contenido

Chi ha inventato il subconscio?

abril 11, 2022
Chi ha inventato il subconscio?

L’inconscio o il subconscio ti tradisce

Joseph Murphy (Irlanda, 20 maggio 1898 – Laguna Hills, 16 dicembre 1981) è stato un ministro della Chiesa della Scienza Divina e uno dei più prolifici e famosi scrittori del Movimento del Nuovo Pensiero durante il XX secolo.

Il Dr. Murphy suggerisce, a coloro che desiderano impiegare l’autosuggestione, di applicarla nei momenti prima di addormentarsi, poiché questo è il momento in cui la mente cosciente è passiva, non presentando resistenza all’idea che si vuole imprimere nella mente subconscia.

Il dottor Murphy è nato in Irlanda nel 1898 in una famiglia cattolica. Inizialmente fu educato in Irlanda e in Inghilterra. Nel 1922 emigrò negli Stati Uniti, dove studiò filosofia e religione, conseguendo un dottorato di ricerca[1].

Joseph Murphy fu influenzato da altri due famosi scrittori del Nuovo Pensiero che, come lui, furono anche ordinati come ministri nella Chiesa della Scienza Divina: Ernest Holmes e Emmet Fox.

Cos’è il subconscio e l’inconscio?

Questo articolo è semplicemente informativo, in Psicologia-Online non abbiamo l’autorità di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Vi invitiamo a consultare uno psicologo per trattare il vostro caso particolare.

Se sa già che Freud ha scartato tale termine, perché continua ad usarlo? Pessimo articolo, penso che sia molto confuso e dovrebbe essere una guida per coloro che hanno già avuto un approccio al soggetto o leggere alcune letture … Non deve essere usato come riferimento.

Ho provato a fare dei test con una persona, gli ho fatto una domanda come quanto guadagni, e non mi ha risposto, 3 minuti dopo gli ho chiesto che numero scegli da 1 a 3 e mi ha risposto con un 2, ho pensato che guadagnasse 2000 pesos perché penso che l’abbia detto inconsciamente e poi mi ha detto che ha guadagnato 2000 pesos,

Vorrei conoscere del materiale relativo alla riprogrammazione della mente subconscia per sradicare i traumi che hanno segnato la mia vita e che non mi permettono di avanzare nonostante gli sforzi che faccio per ottenerlo.

Il subconscio dice la verità

Freud ai nostri tempiSigmund Freud morì a Londra dopo essere fuggito dal regime nazista, il 23 settembre 1939 a causa del cancro al palato di cui soffriva.Il pensiero e le teorie di Freud lo hanno reso una delle figure più rilevanti del pensiero del XX secolo. Il neurologo rimane un punto di riferimento negli studi psicologici e psichiatrici del nostro tempo, nonostante sia stato fortemente attaccato nel corso della storia per le sue idee controverse.  Tuttavia, seguaci e detrattori non negano la rivoluzione che la psicoanalisi ha significato per il campo della conoscenza.  Le illusioni ci sono affidate perché ci risparmiano il dolore e ci permettono di godere del piacere. Dobbiamo quindi accettarle senza lamentarci quando si scontrano con la realtà in cui si infrangono.

Il potere della tua mente subconscia

I compiti della nostra mente conscia e subconscia rientrano in due categorie diverse.  Comprendere il funzionamento di entrambi gli strati del cervello ci permette di essere più preminenti e creativi.  Tutti sappiamo che il cervello ha due emisferi, così come la funzione specifica di ogni emisfero.  Al contrario, poche persone sono particolarmente consapevoli del nostro pensiero conscio e subconscio, e questo equilibrio cognitivo ci aiuta a sfruttare al massimo la nostra potenza cerebrale.

I neuroscienziati spiegano che il nostro cervello funziona separatamente dall’alto in basso, con la corteccia in alto e la sottocorteccia in basso.  La corteccia naviga i pensieri più complessi, tra cui la memoria, il linguaggio, la pianificazione, la formazione delle idee, l’udito, la vista, la regolazione dell’umore e la formazione del carattere.  L’attività di questa parte della corteccia è cosciente e propositiva.

La sottocorteccia immagazzina informazioni per elaborare abilità e processi ripetuti involontariamente.  La maggior parte di questa attività si svolge nella mente subconscia.  Le regioni della corteccia e della sottocorteccia sono effettivamente collegate in molti modi.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad