Saltar al contenido

Chi è felice nella vita?

abril 12, 2022
Chi è felice nella vita?

Cos’è una vita felice e soddisfacente

La felicità è un’emozione che si verifica in un essere cosciente quando raggiunge un momento di appagamento, di benessere o ha raggiunto certi obiettivi che lo realizzano come individuo, anche se ogni persona può avere il proprio significato di ciò che la felicità significa per lui.

In questo contesto è inteso come uno stato d’animo positivo. Tale stato d’animo è soggettivo e quindi si riferisce a un fatto autopercepito. Questo implica che lo stesso insieme di fatti può essere percepito in modo diverso da persone con temperamenti diversi, e quindi ciò che può essere una situazione felice per una persona può portare insoddisfazione e persino frustrazione per un’altra. È per questa ragione che la felicità, a differenza di altri fatti relativi al benessere, è considerata una situazione soggettiva specifica dell’individuo (in contrapposizione a fatti oggettivi su cui diversi osservatori sarebbero d’accordo).

La felicità è spesso considerata positiva perché permette agli individui di approfittare delle condizioni oggettive, favorisce l’attitudine ad affrontare diversi compiti portandoli al termine proposto. La depressione e altri disturbi psicologici, per esempio, sono caratterizzati da una notevole mancanza di felicità dell’individuo, che vanifica le possibilità degli individui di intraprendere con successo vari compiti o di approfittare di situazioni oggettivamente favorevoli. In uno stato di felicità gli individui sono in grado di svolgere una costante attività neutra in un ambiente con variabili già sperimentate e conosciute, i diversi aspetti dell’attività mentale fluiscono armoniosamente, con fattori interni ed esterni che interagiscono con il sistema limbico. In questo processo, si possono sperimentare emozioni derivate, che non devono necessariamente essere piacevoli, ma sono la conseguenza dell’apprendimento in un ambiente variabile.

La felicità nella vita

Tutti vogliamo essere felici. Ma spesso pensiamo che la felicità sia qualcosa che accade o non accade, su cui non abbiamo alcun controllo. È facile collegare l’idea di felicità con la situazione in cui ci troviamo. Possiamo dire a noi stessi: “Se solo le cose fossero diverse, sarei felice”.

In parte, la felicità dipende dalla personalità. Alcune persone sono felici per natura. Tutti abbiamo incontrato qualcuno che è allegro e ottimista per la maggior parte del tempo. Avere questo tipo di personalità rende più facile essere felici.

Che dire allora delle persone che, d’altra parte, sono nate con la tendenza ad essere piuttosto scontrose? Queste persone possono vedere il male nelle persone e nelle situazioni piuttosto che il bene. Possono essere più tristi che felici, ma se vogliono essere più felici (chi non lo vorrebbe?), è possibile essere più felici.

Una parte importante di quanto siamo felici dipende dal nostro atteggiamento, dalle abitudini che abbiamo e dal modo in cui viviamo ogni giorno. Sapendo quali sono gli ingredienti fondamentali della felicità, possiamo usarli per essere felici.

La felicità esiste

Il rapporto pubblicato evidenzia che alcune persone sono più felici di altre, anche se vivono nello stesso paese in circostanze approssimativamente simili. Capire perché alcune persone si sentono meglio di altre nella loro vita può fornire indizi su come aiutare al meglio coloro che ne hanno più bisogno.

Studi basati su campioni di ascendenza europea rivelano che circa il 40% delle differenze di felicità sono dovute alla diversità genetica tra le persone, mentre la variazione rimanente è dovuta a influenze ambientali che sono uniche per un individuo.

È stato dimostrato che il cervello umano ha la capacità di produrre neurotrasmettitori stimolando gli ormoni legati alla felicità, al piacere, al benessere e al rilassamento. La migliore notizia è che questi possono essere stimolati per inviare un messaggio al cervello che influenza positivamente la vita quotidiana.

Oltre al cervello, molti processi nel corpo umano possono essere importanti per spiegare le differenze individuali di felicità e benessere tra gli individui. Per esempio, le differenze nei livelli di neurotrasmettitori, nei livelli ormonali e nell’attività dei parametri immunitari sono stati collegati al benessere.

Felicità

Mentre potresti aver pensato, come fanno molte persone, che la felicità viene dall’essere nati ricchi o belli, o dal vivere una vita senza stress, la realtà è che le persone che hanno ricchezza, bellezza o meno stress non sono in media più felici di quelle che non godono di queste cose.

Se stai cercando la felicità, la buona notizia è che le tue scelte, pensieri e azioni possono influenzare il tuo livello di felicità. Non è facile come premere un pulsante, ma puoi aumentare il tuo livello di felicità. Ecco come iniziare il processo per diventare una persona più felice.

Immaginate di avere un conto corrente emozionale. Riempilo con parole e azioni gentili. Sii attento e gentile di fronte alle critiche. Fate sapere alle persone che apprezzate quello che fanno per voi o che siete semplicemente felici che facciano parte della vostra vita.

La gratitudine è più che dire grazie. È essere in soggezione, apprezzamento e sì, grati per la vita. È facile vivere la vita senza riconoscere la fortuna che si ha. Spesso ci vuole una malattia grave o un altro evento tragico perché le persone apprezzino le cose buone che hanno nella loro vita. Non aspettate che vi succeda qualcosa del genere.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad