Saltar al contenido

Che si intende per ristorazione?

abril 10, 2022
Che si intende per ristorazione?

Il restauro come esempio

L’interesse per la cura del nostro patrimonio, cioè le azioni di conservazione e anche il restauro degli oggetti, ha le sue origini fin dall’inizio dell’umanità, come nel caso dell’arte rupestre, degli oggetti rituali o degli utensili quotidiani; si può vedere nella selezione di materiali e tecniche sempre più durevoli così come la loro custodia in contenitori o spazi sicuri. Ma la professionalizzazione di questa disciplina non iniziò fino al movimento positivista del XIX secolo, quando la scienza prese il centro della scena. All’inizio, i restauri venivano eseguiti da artigiani o dagli stessi creatori delle opere, anche se fu molto più tardi che apparvero coloro che si dedicavano specificamente alla conservazione.

Durante il XX secolo, la scienza è diventata sempre più importante per la conservazione, fornendole conoscenze di fisica, chimica o biologia sulla natura e il comportamento dei materiali, così come gli effetti dell’ambiente sui beni culturali, rendendo possibile identificare le cause e i meccanismi del deterioramento e quindi proporre metodologie per la loro protezione. Così, la necessità di fornire una base per le pratiche di conservazione sta diventando sempre più importante.

Come pronunciare restauro

Nel campo dell’arte, il restauro è legato ai processi realizzati per conservare o ripristinare l’originalità di un bene culturale. Il restauratore deve esaminare l’opera d’arte in questione per fare una diagnosi e intervenire con l’obiettivo di conservare le sue caratteristiche originali.

Il restauro di opere d’arte richiede una grande preparazione e un lavoro delicato. Una delle questioni principali che i restauratori devono prendere in considerazione è il materiale con cui sono state fatte le opere d’arte; da questo dipenderà il trattamento che dovrà ricevere il quadro o l’opera in questione. Quando non ne tengono conto e lavorano con poca conoscenza, i risultati possono essere devastanti per le opere e per l’arte in generale.

* Quando visitiamo la Grecia vediamo le statue antiche che emanano un bianco freddo che è lontano dall’idea che abbiamo di una buona opera d’arte; dove l’oggetto osservato riflette le emozioni, un’epoca, la percezione dell’artista in un certo momento. Tuttavia, queste statue sembrano immobili e rozze, perché i restauratori non hanno saputo fare un buon lavoro con loro.

Cos’è il restauro in architettura?

Nel campo dell’arte, il restauro è legato ai processi realizzati per conservare o ripristinare l’originalità di un bene culturale. Il restauratore deve esaminare l’opera d’arte in questione per fare una diagnosi e intervenire con l’obiettivo di conservare le sue caratteristiche originali.

Il restauro di opere d’arte richiede una grande preparazione e un lavoro delicato. Una delle questioni principali che i restauratori devono prendere in considerazione è il materiale con cui sono state fatte le opere d’arte; da questo dipenderà il trattamento che dovrà ricevere il quadro o l’opera in questione. Quando non ne tengono conto e lavorano con poca conoscenza, i risultati possono essere devastanti per le opere e per l’arte in generale.

* Quando visitiamo la Grecia vediamo le statue antiche che emanano un bianco freddo che è lontano dall’idea che abbiamo di una buona opera d’arte; dove l’oggetto osservato riflette le emozioni, un’epoca, la percezione dell’artista in un certo momento. Tuttavia, queste statue sembrano immobili e rozze, perché i restauratori non hanno saputo fare un buon lavoro con loro.

Restauro spirituale

La teoria contemporanea del restauro solleva questioni derivanti dall’allargamento del campo della cultura, come risultato dei cambiamenti nel modo in cui le persone si relazionano ai beni del patrimonio. La soggettività si impone e genera nuove sfide, soprattutto su ciò che dovrebbe essere conservato, così come su come e perché conservare?

Il grande cambiamento avvenuto in questo secolo, per quanto riguarda la dinamica di ciò che si deve conservare per il futuro godimento dei gruppi a cui appartiene, è la consapevolezza che negli interventi è essenziale un approccio interdisciplinare – più sensibile ai cambiamenti sia nel senso del patrimonio che nei suoi soggetti e valori di attribuzione.

Il fatto è che i limiti concettuali del restauro sono, in larga misura, mal circoscritti, con il risultato che molte domande rimangono senza risposta. Tuttavia, il peso del carattere simbolico del restauro è indiscutibile, e i suoi obiettivi e limiti sono legati al mantenimento e al recupero di questa capacità, con chiare differenze rispetto ad attività simili come la riparazione, la riverniciatura o il rattoppo.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad