Saltar al contenido

A cosa serve la torrefazione del caffè?

marzo 3, 2022

Marche di caffè a tostatura leggera

Il caffè è uno dei prodotti più consumati al mondo. Oggi sta vivendo una nuova età dell’oro con la cosiddetta terza ondata, le nuove tendenze e la sua espansione in paesi che non hanno tradizionalmente avuto una cultura del caffè. Anche se non siamo esperti molto esigenti, ci sono alcuni concetti che ogni coltivatore di caffè dovrebbe conoscere, a cominciare dalla tostatura. Cos’è la tostatura? Quali sono le differenze tra naturale, tostato e miscelato?

Ottenere una tazza di caffè veramente buona non è così semplice e dipende da molti fattori diversi. Non ci addentreremo in questioni molto complesse, ma penso che chiunque beva regolarmente caffè dovrebbe almeno capire perché la fase di tostatura è cruciale e come influenza la bevanda.

A seconda del tipo di tostatura, si otterranno risultati diversi nei chicchi, che daranno un caffè con caratteristiche specifiche. Si discute molto su come sia la tostatura perfetta, e il segreto di un buon torrefattore sta nel saper scegliere il tipo più adatto per ogni varietà di caffè e per ogni modo di preparazione.

Quale tostatura è migliore per il caffè?

Arrosto leggero (o cannella)

È quello che conserva meglio i sapori dell’origine ed è quindi spesso usato per i caffè d’origine o gourmet.

Come influisce la tostatura sul caffè?

Man mano che la tostatura aumenta un po’ di più, l’intensità dell’acidità si riduce così come la complessità degli aromi. Le note di arrosto diventano più evidenti e il corpo diventa più pesante. Quando il caffè si caramellizza durante la tostatura, di solito appaiono più note amare.

Qual è la migliore tostatura del caffè?

L’arrosto francese è un chicco marrone molto scuro con una consistenza grassa, usato per caffè corposi. L’arrosto italiano ha un colore più scuro e un aroma pungente. Si dice che sia la tostatura più appropriata per il caffè espresso.

Livelli di tostatura del caffè

Il caffè è uno di quei prodotti che suscitano passioni. Gli amanti del caffè ne apprezzano il gusto e l’aroma sopra ogni cosa. E questo è molto influenzato dai livelli di tostatura del caffè. Ecco perché conoscerli ti fa sapere cosa chiedere la prossima volta che vuoi una tazza della tua bevanda preferita.

Gli usi e i costumi di ogni zona geografica si traducono in una grande varietà di modi di degustazione che ne influenzano il colore, il sapore e la consistenza. L’originale colore verdastro spento che i chicchi di caffè hanno prima della tostatura si perde per acquisire i diversi livelli di tostatura del caffè. Una tonalità più scura o più scura e luminosa, a seconda del tempo e della temperatura utilizzati nel processo.

Ma non è solo il colore che cambia con la tostatura. La dolcezza, l’acidità, l’aroma, il corpo (consistenza in bocca) e l’amarezza, e soprattutto l’equilibrio tra loro, variano a seconda del livello di tostatura del caffè. Fagioli non correttamente tostati possono rivelare alcune note amare combinate con l’astringenza (sensazione di secchezza in bocca). Anche il miglior caffè del mondo può avere le sue qualità rovinate se il processo non è appropriato.

Quale caffè è più sano, naturale o tostato?

Quando si tratta di scegliere il più sano, gli esperti sono d’accordo: più è naturale, meglio è. Quindi optate per il naturale. “Il caffè non manipolato fornisce polifenoli e antossidanti utili per la salute, senza aggiungere gli effetti negativi dello zucchero”, dice De la Figuera.

Cos’è la tostatura del caffè?

La tostatura è la trasformazione dei chicchi di caffè verde attraverso l’applicazione di calore, che provoca vari cambiamenti fisici e reazioni chimiche che sviluppano tutto l’aroma e il sapore della pregiata bevanda. Inizialmente il fagiolo assorbe calore e perde umidità e alcuni gas.

Cosa significa il livello di tostatura del caffè?

Caffè di tostatura leggera o tostato leggero: acidità pronunciata, tazza pulita, sapori di origine predominante. Caffè di media tostatura: equilibrio tra acidità, dolcezza e aromi. Caffè di tostatura medio-scura: bassa acidità, note di cioccolato, maggiore consistenza rispetto ai caffè precedenti. Caffè a tostatura scura: note di cioccolato fondente, molta consistenza.

Fasi della tostatura del caffè

La qualità di un caffè è influenzata da molti fattori: varietà, origine, raccolta, essiccazione e, naturalmente, tostatura. La tostatura è il processo con cui il caffè passa dal suo stato naturale (caffè verde o caffè crudo) al colore marrone a cui siamo tutti abituati.

Ma non è solo la temperatura della tostatrice che influenza il risultato finale, ma anche il tempo di esposizione al calore. Tra l’altro, più tempo il caffè passa nella tostatrice, meno caffeina contiene il prodotto finale.

La tostatura leggera ha un colore cannella. È quello che conserva meglio i sapori dell’origine, ed è per questo che viene spesso utilizzato per i caffè d’origine o gourmet. Si tratta di caffè con sfumature erbacee e fruttate. Il famoso caffè Blue Mountain è solitamente tostato con questo metodo. È la tostatura ideale per le macchine da caffè filtro (V60, aeropress…).

Cosa significa tostare il caffè?

La tostatura del caffè è il trattamento termico al quale viene sottoposto il seme della pianta del caffè (caffè verde) per ottenere un prodotto friabile e facilmente macinabile dal quale, per infusione in acqua, si ottiene il caffè da bere.

Cos’è l’arrosto italiano?

Tostatura scura: conosciuta anche come tostatura italiana, francese o europea, questo tipo di tostatura si identifica per il suo colore scuro e l’alta caramellizzazione, il che significa che il suo contenuto di caffeina è molto basso. È ideale per preparare bevande a base di latte.

Cos’è la torrefazione?

“Il caffè tostato naturale è il caffè con il caffè verde come unico ingrediente”, dice l’esperto. Il caffè tostato è costituito da chicchi di caffè tostati a cui viene aggiunto saccarosio o sciroppo di glucosio prima che il processo di tostatura sia completato, “in una proporzione massima di 15 kg di zucchero per 100 kg di caffè verde”.

Tavolo per la tostatura del caffè

Sono sicuro che lo sai già, ma quello che non so se lo sai è che il processo di tostatura altera le caratteristiche originali del chicco, ai chicchi non tostati che conosciamo come caffè verde.

Durante il processo di tostatura, il colore del chicco cambia, prima verso un colore giallastro, poi verso il colore marrone che tutti noi identifichiamo come caffè tostato in diverse tonalità, e infine verso colori che tendono al nero.

Nelle grandi aziende del settore è un processo automatizzato e controllato da computer, noi scommettiamo per includere nella tostatura del caffè il know-how dello specialista nella tostatura del caffè, l’inclusione della parte umana nel processo di tostatura ci permette di tirare fuori il meglio che ogni grano può darci.

Così, una buona arabica non dovrebbe avere una tostatura intensa, una tostatura morbida aiuta a preservare le caratteristiche originali di un caffè aromatico e gustoso. Se dovessimo aumentare la tostatura, l’amarezza del caffè aumenterebbe e il risultato finale sarebbe seriamente compromesso.

Per offrire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per memorizzare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o identificazioni univoche su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.    Maggiori informazioni
Privacidad